martedì 29 giugno 2010

Il tempo si ferma anche per chi il tempo lo crea...

 "Un infarto l'ha colto al lavoro"

È morto Nicolas Hayek, fondatore di Swatch Group e "padre" dei colorati orologi di plastica omonimi, un oggetto cult fin dagli anni Ottanta. Aveva 82 anni: è deceduto per un arresto cardiaco a Bienne, in Svizzera, dove ha lavorato fino all'ultimo secondo nella sua amata società.

Imprenditore tra i più conosciuti e apprezzati del Paese, aveva fondato lo Swatch Group nel 1983.
Era considerato il fautore della rinascita del settore dopo la crisi degli anni '70: Swatch Group, che raggruppa una ventina di marchi (tra cui Breguet, Blancpain, Omega, Tiffany & Co, Longines, Tissot).



«La straordinaria visione di Nicolas G. Hayek gli ha permesso di realizzare e assicurare la sostenibilità di una forte impresa di orologi con il valore aggiunto svizzero. È giustamente riconosciuto come l'imprenditore principale del Paese».

Celebre per i suoi sigari e i molti orologi che indossava contemporaneamente, Hayek rappresentava lo spirito imprenditoriale innovativo e creativo.

Ma il suo spirito innovativo non si è manifestato solo con gli orologi. Forte di una esperienza come consulente per l’industria automobilistica, vent'anni fa Hayek ha ideato una macchina solare chiamata "Spirit of Biel".

Negli anni '90 ha lanciato l’idea di una Swatchmobile, un'auto con motore ibrido. Il progetto non fu mai realizzato, ma dalla sua idea è nata la Smart.

L'ex presidente del gruppo Swatch amava definirsi un imprenditore-artista e diceva che un dirigente deve conservare la fantasia della sua infanzia. Ha sempre detto che lo Swatch è il risultato di uno sforzo comune, anche se diverse persone ne hanno rivendicato la paternità.




Fonte scritta: www.corriere.it

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...